Vai al Contenuto Vai al Menu di Navigazione

Valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico

Valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico e vendite in Italia

Patrimoniopubblicoitalia.it è un portale che mette in contatto il pubblico con il privato; è un catalogo virtuale dedicato agli immobili pubblici e di provenienza pubblica valorizzati e disponibili per la vendita, la permuta o per altre attività di valorizzazione.
Qui potete consultare palazzi, ville, strutture sanitarie e ricettizie, ma anche appartamenti negozi e spazi commerciali sparsi lungo tutta la penisola isole comprese.
Infatti è possibile analizzare il contenuto del fascicolo immobiliare in tutti i suoi componenti, documenti compresi, per poter formulare una proposta in linea con l'area di interesse consultata.

  • Vetrina

    Proseguono le vendite della Banca d’Italia

    Il nuovo avviso comprende immobili dislocati a Gorizia, Imperia, Massa e Ravenna. In sintesi:

    1. Gorizia Via Codelli, 18: edificio, ubicato nelle immediate vicinanze del centro storico, composto da due appartamenti di rispettivi 350 e 243 mq e due autorimesse.
    2. Gorizia via Codelli, 11: complesso costituito da due edifici; il primo già sede della Banca, risale ai primi del 900 si sviluppasu due piani fuori terra, mentre il secondo, ad uso abitativo, sviluppa su due piani ft.
    3. Imperia: Viale Giacomo Matteotti 17, interno 8, appartamento posto al secondo piano di circa 236,79 mq, dotato di un giardino privato (176,31 mq).
    4. Imperia: via Felice Cascione, 39. Complesso di circa 3.830,41 mq, situato nella zona storica, risalente alla metà 1800 e radicalmente ristrutturata nel 1955. L’immobile è sottoposto ai vincoli storico – artistici (Dlgs. n.42/2004), si sviluppa tre piani ft e dispone di un giardino a terrazza ed un’autorimessa.
    5. Massa: Piazza Garibaldi, 4. Due corpi di fabbrica di circa 6.751 mq: il primo ospita uffici direzionali ed alloggi di servizio, il secondo, a pianta circolare, ospita, al piano seminterrato, rialzato e primo i locali adibiti ad Istituto di Credito, ed i restanti piani alloggi a reddito. In totale 42 unità, di cui 1 a destinazione d’uso Istituto di Credito, 20 a destinazione d’uso “abitazioni di tipo civile”, 20 a destinazione d’uso “magazzino”, 1 a destinazione d’uso “fabbricati e locali per esercizi sportivi senza fine di lucro
    6. Massa: via dei Mille, 4: trattasi di due corpi di fabbrica (circa 1.201,26 mq), di cui uno di 5 piani f.t., un piano copertura e un interrato il secondo, semicircolare, che funge da rampa di accesso.
    7. Ravenna: via Raul Gardini, 13. Posto nel centro storico ha una superficie commerciale complessiva di circa 5.000 mq ed è composto da due parti distinte: quella “storica” – Palazzo Vitelloni - sviluppata su sei livelli (terra, ammezzato, primo, secondo, terzo e sottotetto) e una seconda parte, realizzata intorno alla metà degli anni ‘60 composta da tre livelli (terra, ammezzato e primo). La destinazione prevalente è quella di istituto di credito oltre a destinazione ad uso abitativo.

    Le manifestazioni di interesse devono essere presentate entro l’11 gennaio 2017; ulteriori dettagli sono consultabili su www.bancaditalia.it/chi-siamo/beni-immobili.

  • Vetrina

    Sarzana vende l'ex Scuola XXI Luglio

    La proprietà denominata “  Scuola XXI  Luglio” è presente nel piano delle alienazioni del Comune di Sarzana.

    L’edificio costruito tra il 1934 ed 1936 è un esempio di architettura razionalista, ed è situato a pochi passi dal centro storico medievale vicino alla stazione ferroviaria.

    In passato ospitava un edificio scolastico ed è libero dal 2007.

     Per consultare il dossier del fabbricato:

    http://www.patrimoniopubblicoitalia.it/it-IT/649-Vendita-Complesso-Sarzana

     

  • Vetrina

    “Sport Missione Comune”

    E’ il titolo del progetto elaborato da ANCI con l’Istituto per il credito sportivo che ha l’obiettivo di finanziare progetti relativi alla costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva,  piste ciclabili, nonchè l'acquisizione di aree ed immobili destinati all’attività sportiva.

    Il Protocollo stipulato prevede un plafond di 60 milioni di euro di mutui  da stipulare entro il 31/12/2016,  destinati a comuni e unioni dei comuni, così ripartiti:

    - € 24 milioni di mutui per interventi realizzati dai piccoli comuni (fino a 5.000 abitanti). Ciascun comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 2 milioni di mutui;
    - € 18 milioni
     di mutui per interventi realizzati dai comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) e dalle unioni dei comuni. Ciascun comune o unione dei comuni potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 4 milioni di mutui;
    -  € 18 milioni di mutui per interventi realizzati dai comuni capoluogo. Ciascun comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 6 milioni di mutui.

     

    http://www.creditosportivo.it/sportmissionecomune.html