Vai al Contenuto Vai al Menu di Navigazione

Valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico

Valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico e vendite in Italia

Patrimoniopubblicoitalia.it è un portale che mette in contatto il pubblico con il privato; è un catalogo virtuale dedicato agli immobili pubblici e di provenienza pubblica valorizzati e disponibili per la vendita, la permuta o per altre attività di valorizzazione.
Qui potete consultare palazzi, ville, strutture sanitarie e ricettizie, ma anche appartamenti negozi e spazi commerciali sparsi lungo tutta la penisola isole comprese.
Infatti è possibile analizzare il contenuto del fascicolo immobiliare in tutti i suoi componenti, documenti compresi, per poter formulare una proposta in linea con l'area di interesse consultata.

  • Vetrina

    Prestigioso immobile in vendita a due passi dal Parco del Valentino (Torino)

    La Regione Piemonte vende, tramite procedura d’asta pubblica,  il complesso immobiliare noto come Villa Javelli.

     Posizionato nella zona semicentrale della Città di Torino, in prossimità del Parco del Valentino meta di romantiche passeggiate, in una zona a forte connotazione residenziale, ricca di esercizi commerciali, mezzi di trasporto e vie di collegamento sia con il centro storico che con le arterie autostradali.

    L’immobile, costruito nel 1906 dall’arch. Raimondo D’Aronco comprendeva la Villa e la casa del custode; solo nel 1928 il progetto è stato ampliato con la realizzazione della casa degli ospiti e dell’autorimessa. L’intero complesso è comunque contenuto in un unico lotto recintato cui si accede attraverso sia via Petrarca che via Chiabrera.

    L’attuale utilizzo (uffici pubblici) è coerente con  il profilo urbanistico e le destinazioni d’uso indicate dal PRG e riferite alla zona in cui l’immobile ricade, definita  zona urbana consolidata residenziale mista comprendente  attività di interesse pubblico generale, quali gli uffici pubblici.

    L’immobile, se pur vincolato sotto il profilo storico artistico, idrogeologico e sismico ( vincoli che derivano dall’inquadramento determinato per l’area in cui l’immobile si trova) è alienabile secondo quanto disposto dai competenti organi del MIBACT.

    Il prezzo base è pari a 2.580.000 di euro, le offerte dovranno pervenire entro il 9 marzo 2017.

    La documentazione relativa all’asta è consultabile su:

     

    http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/bandi-di-gara/n-1216-%E2%80%9Casta-pubblica-ai-sensi-della-lr-n-884-e-del-rd-n-82724-l%E2%80%99alienazione-dell

     

    Il dossier del fabbricato è consultabile al seguente link

    http://www.patrimoniopubblicoitalia.it/it-IT/622-Vendita-Complesso-Torino

     

  • Vetrina

    Proseguono le vendite della Banca d’Italia

    Il nuovo avviso comprende immobili dislocati a Gorizia, Imperia, Massa e Ravenna. In sintesi:

    1. Gorizia Via Codelli, 18: edificio, ubicato nelle immediate vicinanze del centro storico, composto da due appartamenti di rispettivi 350 e 243 mq e due autorimesse.
    2. Gorizia via Codelli, 11: complesso costituito da due edifici; il primo già sede della Banca, risale ai primi del 900 si sviluppasu due piani fuori terra, mentre il secondo, ad uso abitativo, sviluppa su due piani ft.
    3. Imperia: Viale Giacomo Matteotti 17, interno 8, appartamento posto al secondo piano di circa 236,79 mq, dotato di un giardino privato (176,31 mq).
    4. Imperia: via Felice Cascione, 39. Complesso di circa 3.830,41 mq, situato nella zona storica, risalente alla metà 1800 e radicalmente ristrutturata nel 1955. L’immobile è sottoposto ai vincoli storico – artistici (Dlgs. n.42/2004), si sviluppa tre piani ft e dispone di un giardino a terrazza ed un’autorimessa.
    5. Massa: Piazza Garibaldi, 4. Due corpi di fabbrica di circa 6.751 mq: il primo ospita uffici direzionali ed alloggi di servizio, il secondo, a pianta circolare, ospita, al piano seminterrato, rialzato e primo i locali adibiti ad Istituto di Credito, ed i restanti piani alloggi a reddito. In totale 42 unità, di cui 1 a destinazione d’uso Istituto di Credito, 20 a destinazione d’uso “abitazioni di tipo civile”, 20 a destinazione d’uso “magazzino”, 1 a destinazione d’uso “fabbricati e locali per esercizi sportivi senza fine di lucro
    6. Massa: via dei Mille, 4: trattasi di due corpi di fabbrica (circa 1.201,26 mq), di cui uno di 5 piani f.t., un piano copertura e un interrato il secondo, semicircolare, che funge da rampa di accesso.
    7. Ravenna: via Raul Gardini, 13. Posto nel centro storico ha una superficie commerciale complessiva di circa 5.000 mq ed è composto da due parti distinte: quella “storica” – Palazzo Vitelloni - sviluppata su sei livelli (terra, ammezzato, primo, secondo, terzo e sottotetto) e una seconda parte, realizzata intorno alla metà degli anni ‘60 composta da tre livelli (terra, ammezzato e primo). La destinazione prevalente è quella di istituto di credito oltre a destinazione ad uso abitativo.

    Le manifestazioni di interesse devono essere presentate entro l’11 gennaio 2017; ulteriori dettagli sono consultabili su www.bancaditalia.it/chi-siamo/beni-immobili.

  • Vetrina

    Un futuro per la Caserma Sani a Bologna

    CDP Investimenti Sgr lancia il concorso internazionale per individuare una proposta di masterplan legata alla futura destinazione della Caserma Sani a Bologna. La riqualificazione dell complesso- acquisto dal Fondo FIV – Extra, gestito dalla SGR, fa parte del Piano operativo approvato dall’Amministazione comunale di Bologna “Rigenerazione dei patrimoni” .

     Ora si tratta di disegnare il corretto mix funzionale per l’ex  complesso militare sito nel quartiere Navile. La superficie utile è di circa 54 mila mq di superficie utile e dovrebbe ospitare  quote di edilizia pubblica, sociale, residenziale oltre a spazi per funzioni commerciali e direzionali, attrezzature e servizi collettivi compresa una scuola ed un parco pubblico.

    Il concorso è stato bandito funzionalmente al protocollo d’intesa stipulato tra la CDP Sgr ed il Comune e si articola in due fasi: la prima di candidatura attraverso curriculum e proposta progettuale e la seconda, riservata a cinque gruppi, di elaborazione del masterplan. Saranno selezionati ,tra i candidati, massimo quattro concorrenti della sezione senior (progettisti di età superiore ai 39 anni) e almeno un finalista sarà individuato tra i giovani under 39. A ciascun team partecipante alla seconda fase verrà riconosciuto un rimborso di 15mila euro.

    CDP Sgr si riserva, inoltre, la facoltà di conferire al vincitore l'incarico per la redazione del Piano urbanistico attuativo del compendio immobiliare. 


    Tutta la documentazione è consultabile http://www.progettosani.it/